Migliori Piattaforme Trading

La piattaforma di trading è l’interfaccia che si utilizza per fare trading online. Oggi non c’è più bisogno di ottenerne di separate, perché i broker migliori che operano nel settore integrano già delle piattaforme di trading nella loro offerta.

La scelta si è fatta particolarmente articolata e non tutte le piattaforme possono essere ritenute sullo stesso livello. In aggiunta, alcune possono essere maggiormente funzionali per talune categorie di investitori, altre invece per investitori di altro tipo.

Sarà compito di questo sito aiutare i lettori nella scelta delle migliori piattaforme per il trading, tenendo conto sia dei fattori macroscopici, sia di quelli che potrebbero essere ignorati da chi non è ancora perfettamente esperto della questione.

Le migliori piattaforme di trading online del 2020 (italiane e sicure) sono:

  1. eToro (webtrader e copytrader);
  2. Capital.com (web e mobile di proprietà);
  3. FP Markets (IRESS Platform e MT4/5);
  4. Trade.com (proprietaria e MT4/5);
  5. IQ Option (piattaforma proprietaria).

Cos’è una piattaforma trading online: definizione

La piattaforma di trading online è l’intermediario software che consente di accedere ai mercati, gestire gli ordini e analizzare i grafici.

In questa definizione sono in realtà raccolte soltanto quelle che sono le funzionalità di base, che è lecito aspettarsi da uno strumento di questo tipo. In realtà le piattaforme più evolute consentono di accedere a servizi ulteriori, spesso avanzati e oggi addirittura fondamentali per ottenere dei buoni risultati sui mercati.

Senza una piattaforma di trading è assolutamente impossibile operare sui mercati – a prescindere dalle sue funzionalità di base – e pertanto per rispondere alla domanda che ci siamo posti poco sopra, possiamo già dire che le piattaforme di trading sono necessarie per chiunque voglia investire i propri capitali.

Principali caratteristiche delle migliori piattaforme trading:

Quanto costano:Zero € – Il conto dimostrativo è gratuito.
Ente regolatore EU:ESMA
Controllate da:CONSOB
Come guadagnano:Commissioni spreads trading / Overnight
Come iniziare:Apertura conto demo gratuito.
Sono professionali:Si
Migliori piattaforme 2020:MetaTrader / Iress / Social Trading
TOP broker trading 2020:eToro (qui per il sito)
Piattaforme Trading Migliori, principali caratteristiche – riassunto tabellare

Piattaforma trading come funziona

Le piattaforme di trading moderne incorporano diversi servizi, che sono oggi necessari per avere accesso ai mercati, per gestire il proprio portafoglio, per inoltrare ordini e anche per svolgere analisi.

  • Piattaforma di trading come canale per inviare ordini

Tutti i mercati sono oggi intermediari e non ad accesso diretto per il cliente finale. Che si tratti di trading di CFD oppure in DMA, rimane il fatto che dobbiamo avere un tramite, un broker, che si preoccupi di piazzare i nostri ordini.

Se un tempo era necessario avere un proprio uomo direttamente nella sede fisica della borsa, nel corso degli anni le cose sono – fortunatamente – cambiate. Si è passato prima agli ordini telefonici, poi alla gestione degli investimenti direttamente online.

Ultimo tassello di questa evoluzione sono proprio le piattaforme di trading, che oggi in primo luogo sono il software tramite il quale inoltriamo al broker i nostri ordini (e poi lui, automaticamente al mercato).

  • Piattaforma di trading come software per la gestione del portafoglio

Le piattaforme di trading, anche quelle con le funzionalità più limitate, integrano oggi sempre la possibilità di gestire il proprio portafoglio.

Le migliori piattaforme di Trading consentono una gestione avanzata del portafoglio

Come avremo modo di vedere più avanti, i portafogli sono gestiti in apposite sezioni, dove troveremo tutte le nostre posizioni aperte e strumenti correlati per chiuderle.

Un tempo si procedeva con carta e penna, con i famosi “diari di investimenti”. Oggi i computer fanno tutto al posto nostro e rendono la gestione dei nostri portafogli assolutamente più semplice.

  • Piattaforma di trading come strumento di analisi dei mercati

Tutte le piattaforme di trading offrono la possibilità di analizzare grafici relativi all’andamento degli asset di mercato che ci interessano.

Quelle più moderne, poi, permettono anche di applicare in modo semplice indicatori di analisi, nonché altri tipi di strumenti. In questo modo le piattaforme di trading si possono trasformare facilmente in veicolo di analisi tecnica per tutti i nostri investimenti.

Le piattaforme di trading permettono di analizzare grafici e applicare indicatori

Anche in questo caso ci renderemo conto più avanti nel corso della nostra guida che in realtà ci sono differenze molto importanti tra le diverse piattaforme.

  • Piattaforme di trading come strumento per rendere il trading semi-automatico

In aggiunta le migliori piattaforme di trading offrono molti strumenti per andare a automatizzare alcune routine del trading. Alcune possono ospitare script e programmi – scritti ad esempio nel linguaggio MQL – altre si limitano a fornire strumenti come take profit e stop loss.

Trading automatico e semi-automatico sono offerti oggi dal grosso delle piattaforme di trading

Rimane il fatto che a gestire queste condizionalità e questi script è sempre la piattaforma stessa. Con alcune che offrono maggiori funzionalità in questo senso, altre che invece si limitano al minimo indispensabile.

Videocorso gratis sul funzionamento delle piattaforme trading

Per apprendere meglio cosa sono e come funzionano le piattaforme trading, ti invitiamo a guardare il videocorso gratuito realizzato dagli esperti di “GiocareinBorsa.net” – lo riteniamo molto completo e perfettamente adatto a coloro che iniziano oggi la loro avventura nel trading online.

Le tematiche trattate in questo videocorso sono:

  • Cos’è e come funziona una piattaforma trading;
  • Come riconoscere una piattaforma trading sicura da una meno sicura (TRUFFA);
  • Come valutare in modo corretto una piattaforma di trading;
  • Quali sono oggi le migliori piattaforme in italiano;
  • Opinioni e considerazioni finali sulle migliori piattaforme trading dell’anno.

🥇Migliori Piattaforme Trading Online: Classifica 2020 | 👍TOP 5

Partiamo subito con il rendere trasparente la nostra scelta delle migliori piattaforme di trading online.

Prima di passare però al vivo della nostra classifica, è bene fare una precisazione. Quando parliamo di una piattaforma di trading online stiamo sempre parlando, in parallelo, di un broker.

Questo per un motivo molto importante: ciascun broker decide di consentire l’utilizzo sui propri sistemi di un numero chiuso di piattaforme di trading, con in alcuni casi taluni broker che limitano la scelta soltanto alla loro piattaforma di trading proprietaria.

Pertanto la classifica che dovremo fare riguarderà in primo luogo i broker e in parallelo le piattaforme che offrono ai loro clienti.

Piattaforma trading eToro

Tipologia: CFD e DMA

Costi: spread minimo tra acquisto e vendita

Piattaforma: web proprietaria, App per smartphone

Demo piattaformadisponibile gratuitamente qui

eToro è una piattaforma di trading tra le più popolari oggi in Europa e che può offrire, sia in accesso diretto sia invece in modalità CFD, accesso a tutti i principali mercati. La riteniamo essere una delle migliori piattaforme per tutta una serie di motivi: piattaforma web ma facile da utilizzare, possibilità di fare trading in doppia modalità dallo stesso account, nonché la possibilità di accedere alle azioni a zero commissioni.

eToro per fare trading
eToro offre una piattaforma di trading semplice da usare ma profonda

Assolutamente da segnalare anche la presenza del copy trading, sistema che permette di investire copiando i migliori trader di questo broker con un solo click e in rapporto al denaro che avremo versato.

Piattaforma trading Capital.com

Tipologia: CFD

Costi: spread minimo tra acquisto e vendita

Piattaforma: web proprietaria, App per smartphone

Demo piattaformadisponibile gratuitamente qui

Capital.com deve la sua popolarità ad una profondità adeguata dei mercati, con listini che al momento offrono migliaia di titoli in CFD, con un focus particolare su azioni, materie prime e criptovalute. Un broker di assoluta qualità con una piattaforma proprietaria che è accessibile sia via web, sia invece tramite App per smartphone.

Capital.com trader web
La piattaforma di trading web di Capital.com

Importante anche il suo percorso specifico per la didattica, che permette di imparare a fare trading partendo da percorsi reali.

Piattaforma trading FP Markets

Tipologia: CFD e DMA pricing

Costi: spread minimo tra acquisto e vendita, commissione fissa + variabile per la modalità in DMA pricing

Piattaforma: MetaTrader, IRESS

Demo piattaformadisponibile gratuitamente qui

FP Markets è un broker australiano che ormai da qualche anno opera anche in Italia, offrendo servizi sui mercati del Forex, delle azioni, delle criptovalute, nonché delle materie prime e anche degli indici. Un broker completo, con più di 10.000 titoli a disposizione e spread particolarmente bassi, soprattutto per la modalità in DMA pricing.

MetaTrader di FP Markets
MetaTrader 5 offerta da FP Markets

Importante il fatto di poter scegliere tra MetaTrader e IRESS per i propri investimenti: scelta doppia di eccellente qualità e che nessun broker è in grado di replicare.

Piattaforma trading Trade.com

Tipologia: CFD, DMA, Risparmio gestito

Costi: spread minimo tra acquisto e vendita, commissioni classiche per DMA

Piattaforma: web proprietaria, MetaTrader

Demo piattaformadisponibile gratuitamente qui

Trade.com è una piattaforma che ha recentemente allargato i propri orizzonti, offrendo ai propri clienti anche accesso in modalità Direct Market Access, con acquisto diretto del titolo e la possibilità di fare trading dunque senza intermediazione di contratti.

Piattaforma trading Trade.com
La piattaforma di trading web di Trade.com

Trade.com ha poi a disposizione, limitatamente alla sfera in CFD, oltre 2.100 titoli sui quali fare trading, con spread relativamente contenuti e la possibilità di operare sia con MetaTrader, sia con la funzionale piattaforma proprietaria di qui è dotato.

Trade.com, inoltre, mette a disposizione un corso trading di coaching live gratuito per coloro che aprono oggi un conto gratis sul broker.

Piattaforma trading IQ Option

Tipologia: CFD

Costi: spread minimo tra acquisto e vendita

Piattaforma: web proprietaria, App per smartphone, da installare su PC e MAC

Demo piattaformadisponibile gratuitamente qui

IQ Option è una piattaforma che merita assolutamente di essere citata, soprattutto per il fatto di offrire accesso ai mercati a partire da soli 10 euro di investimento minimo. Il tutto all’interno di una piattaforma di sicura qualità, sebbene piuttosto risicata a livello di varietà di titoli disponibili.

Piattaforma web IQ Option
Anche IQ Option ha una piattaforma web per fare trading

Gli spread sono tra i più competitivi, soprattutto sulle azioni e sulle criptovalute, cosa da tenere in conto quando dovremo scegliere una piattaforma che sia in grado di farci spendere poco pur offrendoci pieno accesso ai mercati.

Piattaforme trading: tipologie

Esistono diverse tipologie di piattaforme di trading: abbiamo quelle terze, quelle proprietarie, quelle per dispositivi mobili, quelle ancora per PC/Mac e anche quelle web.

Il proliferare di intermediari in forma di broker non ha potuto che innescare anche una proliferazione di tipologie di piattaforme, nate però non per semplice sfizio, ma per soddisfare richieste sempre più articolate da parte della clientela. Ma andiamo con ordine.

  • Piattaforme proprietarie

Sono piattaforme che i broker sviluppano in proprio e che sono loro esclusiva. Un esempio tipico è la piattaforma di IQ Option, piattaforma che esiste sia in versione web che in versione da scaricare.

Questa piattaforma non può essere in alcun modo utilizzata per fare trading tramite altri broker ed è appunto esclusiva per l’intermediario in questione. Allo stesso modo si sono mossi broker come eToro, limitatamente però alla piattaforma web.

Esistono poi altri broker che ad una piattaforma proprietaria affiancano anche la possibilità di utilizzare piattaforme esterne. Trade.com ad esempio è un broker che oltre alla sua piattaforma proprietaria offre anche la possibilità di utilizzare MetaTrader, della quale potremo parlare con maggiore dovizia di particolari più avanti.

  • Piattaforme terze

È il caso di MetaTrader o di AutoChartist. Sono aziende che forniscono piattaforme di trading indipendenti, ai quali i broker possono decidere o meno di offrire accesso.

Ci sono diversi tipi di vantaggio che possono essere collegati all’utilizzo di equestre specifiche piattaforme. In alcuni casi, come quelli citati poco sopra, possono offrire un livello di servizi migliore e in aggiunta il tempo che passeremo per imparare ad utilizzarle potrà essere sfruttato anche in futuro, anche se dovessimo cambiare broker.

Ci sono broker che hanno scelto di affidarsi esclusivamente a questo tipo di servizi: il caso tipico è FP Markets (qui per la sua demo), broker che permette di investire esclusivamente, nella sezione CFD, tramite MetaTrader.

  • Piattaforme Web

Moltissimi broker consentono ai propri clienti di accedere ai mercati e dunque alle loro piattaforme di trading tramite browser web. Nel caso ad esempio di Capital.com è infatti possibile aprire il proprio browser e accedere ad una piattaforma che permette di fare trading come se fosse un normalissimo sito internet.

Lo stesso fa eToro, altro broker che ha affidato le sue operazioni e dunque la sua piattaforma ad una soluzione web. Ci sono poi broker che, come già detto, offrono anche la possibilità di utilizzare sia il web sia invece una piattaforma da scaricare.

Lo stesso si può dire di MetaTrader, che è presente sia in versione da scaricare, sia invece in versione web, seppur non sempre implementata dai broker.

  • Piattaforme da scaricare

È il grande classico: in questo caso i broker offrono una piattaforma da scaricare prima e installare poi sul proprio computer. La regola generale è che queste piattaforme sono sempre disponibili per Windows e raramente per Mac o Linux.

In questa categoria possono rientrare le piattaforme proprietarie tanto quanto quelle di terzi. IQ Option ha una piattaforma da scaricare, così come è da scaricare e installare MetaTrader, che invece non è proprietà di broker specifici.

  • Piattaforme per smartphone e tablet: le App

Le App per smartphone e per tablet sono l’ultima frontiera in termini di piattaforme per il trading. Possono infatti offrire la possibilità di accedere ai mercati in qualunque “momento”, con una categoria di dispositivi che oggi è nelle disponibilità di tutti.

Tutti i migliori broker offrono oggi la possibilità di scaricare dagli store ufficiali, rispettivamente AppStore di Apple e Play Store di Google.

Piattaforme Trading Professionali

Le piattaforme che offrono un approccio maggiormente professionale possono essere utili anche a chi sta muovendo i primi passi. Abbiamo pertanto elencato in questa sezione quelle che riteniamo essere al top della loro categoria. Consigliamo ai nostri lettori di seguitare nella lettura dei relativi approfondimenti.

  1. eToro Copytrader;
  2. Capital.com – Intelligenza artificiale;
  3. Metatrader 4/5 (disponibile su Trade.com e FP Markets);
  4. FP Markets IRESS Platform;
  5. IQ Option Trading Platform;
  6. Autochartist.

Piattaforme trading gratis: Come imparare il trading senza rischiare

Le piattaforme che scegliamo per fare trading possono essere anche testate in demo, al fine di verificarne l’assoluta trasparenza, la prestanza, la presenza di servizi e di listini forniti. Qui elencheremo le migliori piattaforme trading demo, piattaforme che ci permettono di operare con capitale virtuale prima di passare ad un conto reale.

NOME:eToro CopyTrader
COSTO DEMO:Gratis
DURATA:Illimitata
SALDO OFFERTO:100.000$
Licenza EU:CySEC / FCA
Caratteristiche piattaforma trading demo eToro

eToro offre una piattaforma completamente gratuita e soprattutto con durata illimitata per iniziare a fare trading. Al suo interno vengono garantiti tutti i servizi che fanno parte della piattaforma, tutti liberamente da testare con 100.000 USD di capitale che durano per sempre.

Qui si può aprire il conto demo sulla piattaforma eToro

NOME:Capital.com – Intelligenza Artificiale
COSTO DEMO:Gratis
DURATA:Illimitata
SALDO OFFERTO:1.000$/€
Licenza EU:CySEC / FCA
Caratteristiche piattaforma trading demo Capital.com

Capital.com è una piattaforma molto particolare perché permette di fare trading in demo per sempre, ma con 1.000 USD di capitale virtuale, circa 1/100 di quello che offrono le altre piattaforme. Per molti questo potrà sembrare un limite, mentre in realtà può essere utile per prendere già le misure ai mercati con cifre simili a quelle che andremo ad investire poi con il conto reale.

Qui si può aprire il conto demo sulla piattaforma Capital.com

NOME:FP Markets Iress Platform / MT4/5
COSTO DEMO:Gratis
DURATA:Illimitata
SALDO OFFERTO:100.000$
Licenza EU:CySEC
Caratteristiche piattaforma trading demo FP Markets

FP Markets offre la possibilità di fare trading con MetaTrader in demo in versione completa. Una possibilità che pochissime piattaforme broker offrono e che consigliamo a tutti i nostri lettori di sfruttare. In aggiunta, si possono aprire conti demo illimitati. Quando il denaro finirà, potremo semplicemente attivare un nuovo conto.

Qui si può aprire il conto demo sulla piattaforma FP Markets

NOME:Trade.com Webtrader / MT4/5
COSTO DEMO:Gratis
DURATA:15 gg rinnovabili
SALDO OFFERTO:100.000$
Licenza EU:CySEC / FCA
Caratteristiche piattaforma trading demo Trade.com

Trade.com è un broker che offre accesso completo ai suoi listini in CFD tramite un conto demo rinnovabile ad libitum. Non è possibile però fare trading in modalità DMA tramite il conto demo, essendo le due strutture del broker completamente separate. Poco male, anche da questa piattaforma demo potremo ottenere dei vantaggi molto importanti.

Qui si può aprire il conto demo sulla piattaforma Trade.com

NOME:IQ Option – Instant Access Platform
COSTO DEMO:Gratis
DURATA:Illimitata
SALDO OFFERTO:100.000$
Licenza EU:CySEC
Caratteristiche piattaforma trading demo IQ Option

IQ Option è un broker tarato sulle necessità dei più piccoli e che permette di fare trading con un conto demo con 10.000 USD di capitale virtuale, per poi offrire il passaggio ad un conto di trading reale con soli 10 euro. Piattaforma di trading esclusivamente proprietaria, che è disponibile sia in versione web, sia da scaricare.

Qui si può aprire il conto demo sulla piattaforma IQ Option

Lista piattaforme trading europee affidabili

L’Europa opera oggi come mercato unico anche in termini finanziari, e parlare pertanto di piattaforme trading europee affidabili vuol dire parlare anche di piattaforme trading italiane affidabili.

L’Europa, come d’altronde altre giurisdizioni in altre parti del mondo, ha deciso di operare in questo senso con un sistema di licenze. Licenze che possono essere rilasciate da tutti gli stati membri, con le medesime caratteristiche e soprattutto con gli stessi livelli di tutela.

Possiamo pertanto ritenere come affidabili tutte le licenze che vengono rilasciate da paesi membri dell’Unione e soprattutto considerare come affidabili anche quei broker (e conseguentemente quelle piattaforme) che pur avendo sede centrale fuori dall’Europa, hanno ottenuto un riconoscimento anche da una licenza locale.

  • CySEC

È la licenza maggiormente utilizzata dai broker europei, in quanto Cipro è paese particolarmente ospitale per questo tipo di attività. In presenza di una licenza CySEC possiamo dormire sonni tranquilli e ritenere la piattaforma / broker più che affidabile.

  • FCA

È la licenza che viene rilasciata dalle autorità britanniche e che sarà valida fino a quando la Brexit non verrà completata. Sono pochi e residuali i broker che ancora vi fanno affidamento, va comunque ritenuta ancora legale e affidabile.

  • BaFIN

Licenza che viene invece rilasciata da Francoforte e che è però, al pari di quella CONSOB, particolarmente rara. La Germania è infatti paese particolarmente inospitale per le attività dei broker.

I broker e le relative piattaforme che abbiamo segnalato e che segnaleremo in futuro sono tutti in possesso di una licenza CySEC, talvolta accompagnata da licenze extra-europee, delle quali parleremo in breve tra pochissimo.

  • ASIC

È una licenza aggiuntiva della quale sono in possesso diversi broker. Viene rilasciata dalle autorità australiane – è il caso di FP Markets (qui per il sito ufficiale) – a tutti gli operatori che operano in Australia. Sebbene non garantisca praticamente alcun tipo di protezione agli utenti italiani, è comunque segnale di una certa serietà e di una certa presenza di controlli approfonditi.

Migliori piattaforme trading CONSOB

CONSOB è l’agenzia governativa che in Italia è preposta al controllo degli intermediari finanziari. Si può occupare pertanto anche dell’analisi e della regolarità delle piattaforme di trading e dei broker che vi sono associati.

CONSOB potrebbe tecnicamente rilasciare anche licenze, come quelle che abbiamo descritto poco sopra, licenze di cui talvolta sono dotate le banche che offrono anche servizi di trading.

Rimane tuttavia una licenza estremamente marginale. Quello che possiamo controllare sul sito ufficiale della CONSOB è la presenza del broker e della piattaforma che abbiamo scelto per le nostre operazioni nella lista di operatori con sede estera.

Vale la pena comunque ricordare il fatto che purché sia in possesso di una licenza in ambito MiFID e dunque interna all’UE, un broker/piattaforma può essere considerato, senza alcun tipo di dubbio, affidabile.

Scegliere la miglior piattaforma trading in base al mercato

Passiamo ora alla scelta di quelle che sono per noi le migliori piattaforme di trading in relazione agli specifici mercati. Oggi il trading online offre a tutti la possibilità di fare trading su Forex, su azioni, su materie prime, criptovalute, ETF, Indici e anche obbligazioni. Non tutte le piattaforme di trading sono in grado di offrire lo stesso livello di servizi e di vantaggi su ciascun mercato e pertanto dovremo selezionare volta per volta quelle che sono le migliori in relazione allo specifico mercato.

Una selezione che da parte nostra non è assolutamente casuale, perché sarà svolta tenendo conto di diversi criteri e nello specifico:

  • Quantità e qualità degli asset

Una buona piattaforma di trading sulle azioni deve necessariamente offrire accesso a diversi mercati e ad un buon numero di titoli. Inutile ritenere la migliore della sua classe una piattaforma che non sia particolarmente ricca, a livello di listino, per il mercato che stiamo prendendo in considerazione.

Tutti i migliori broker offrono la possibilità di accedere a migliaia di titoli
  • Spread e commissioni

Possono essere grandemente variabili a seconda della piattaforma che decideremo di utilizzare. Pertanto anche in questo caso sarà necessaria da parte nostra un’analisi dei costi coinvolti per andare a fare trading.

  • Assistenza

Rimane un fattore cruciale per tutte le piattaforme di trading e che può fare la differenza tra due piattaforme magari molto vicine, a livello di servizi offerti, di listini e di spread e commissioni. Un altro fattore di cui terremo conto.

Migliori piattaforme trading criptovalute

La nostra scelta per quanto concerne le piattaforme di trading sulle criptovalute è la seguente, in ordine di qualità: eToro, Trade.com, IQ Option, FP Markets e Capital.com. Motiveremo, nell’analisi di ciascuno di questi broker le nostre decisioni.

eToro offer una piattaforma di trading proprietaria, che offre sia accesso via web, sia tramite pratiche App per iPhone e per Android. Offre un listino particolarmente completo di criptovalute, accompagnato a spread che riteniamo assolutamente competitivi per quanto concerne la possibilità di fare trading su un asset tendenzialmente costoso. Ottimo anche il fatto che si può acquistare senza commissioni la criptovaluta anche in Direct market Access.

CRIPTOVALUTE OFFERTE: 16, di cui molte esclusive come Binance Coin

SPREAD SULLE CRIPTOVALUTE: 0,75% su Bitcoin, 1,90% su Ethereum, massimo di 3,5% su quelle particolarmente volatili.

Anche Trade.com è un broker di grande qualità che permette di accedere alle principali criptovalute, sia tramite la propria piattaforma proprietaria, sia invece tramite MetaTrader. Questo broker ha dalla sua parte la possibilità di poter utilizzare due diverse piattaforme, nello specifico quella proprietaria e anche MetaTrader.

CRIPTOVALUTE OFFERTE: 12, con la possibilità di investire anche contro Euro

SPREAD SULLE CRIPTOVALUTE: 90 USD su Bitcoin, 12 USD su Ethereum, massimo di 50 USD su quelle maggiormente volatili.

IQ Option è un broker che opera esclusivamente con una piattaforma proprietaria, che può essere utilizzata sia via web, sia installata sul proprio computer. Anche in questa circostanza la possibilità di fare trading è su ben 12 criptovalute, con la presenza di tutte quelle principali e di alcune chicche difficili da trovare sui broker CFD.

CRIPTOVALUTE OFFERTE: 12, tra le quali anche Tron e OmiSeGo

SPREAD SULLE CRIPTOVALUTE: 100-140 USD su Bitcoin, 6-10 USD su Ethereum

FP Markets deve la sua popolarità agli oltre 10.000 titoli presenti a listino. Le criptovalute rimangono però, almeno per il mento, decisamente poche. Parliamo infatti di solo 6 asset, che possono essere comunque scambiati sulla piattaforma MetaTrader. Sicuramente indietro, pur essendo un grande broker, rispetto agli altri già citati. Nota di merito però per gli spread, ovvero le commissioni, che sono tra le più basse al mondo.

CRIPTOVALUTE OFFERTE: 6

SPREAD SULLE CRIPTOVALUTE: 7,66 medio su Bitcoin, 5 medio su Bitcoin Cash, 4,61 su Ethereum.

Capital.com è un broker che invece punta molto sulle criptovalute, cosa dimostrata da uno dei listini più forniti al mondo. Anche qui la scelta a livello di piattaforme è ridotta, nel senso che dovremo accontentarci, per così dire, di quello che viene offerto per l’appunto dalla piattaforma proprietaria. È il broker più conveniente tra quelli citati per fare trading su Ethereum e le altre criptovalute minori a livello di spread.

CRIPTOVALUTE OFFERTE: circa 40 coppie

SPREAD SULLE CRIPTOVALUTE: 85 USD su Bitcoin, 1 USD su Ethereum, 0,004 su RIPPLE

Migliori piattaforme forex trading

Tutte le piattaforme di trading offrono oggi la possibilità di fare trading anche sul mercato valutario, settore che è tra i più competitivi al mondo. Qui la nostra scelta ha utilizzato gli stessi criteri di cui sopra e ha ordinato eToro, FP Markets, Capital.com, Trade.com e IQ Option.

eToro è una piattaforma particolarmente indicata per chi vuole fare trading sui mercati valutari, in quanto offre un’interfaccia molto semplice, pur essendo ricca di funzionalità. Le coppie presenti a listino sono più che sufficienti e garantiscono una diversificazione del portafoglio sicuramente adeguata. Spread molto competitivi.

COPPIE OFFERTE: 47

SPREAD SUL FOREX: EUR/USD 1 pips; EUR/GBP 1 pip , USD/JPY 1 pip

Merita sicuramente una menzione d’onore, non solo per il gran numero di valute che sono disponibili, ma anche per la possibilità di avere un doppio accesso tramite MetaTrader oppure IRESS. Inoltre FP Markets fa vanto di spread ridotti all’osso, che per chi sceglie di operare con la seconda delle piattaforme di cui sopra, possono essere anche dirotti a zero.

COPPIE OFFERTE: 50

SPREAD SUL FOREX: EUR/USD 1,2 medio, EUR/GBP 1,5 medio, USD/JPY 1,2 medio

Capital.com offre non solo accesso ad un gran numero di coppie valutarie, ma anche ad un sistema di analisi in intelligenza artificiale che permette di analizzare il proprio portafoglio e poi di analizzare i mercati sui quali investire e, nel caso del Forex, le coppie. Anche in questo caso gli spread sono inoltre molto competitivi. Per quanto concerne invece i listini, siamo davanti ad una delle piattaforme a livello mondiale che ne offrono di più.

COPPIE OFFERTE: oltre 100

SPREAD SUL FOREX: EUR/USD 0,6 pips, EUR/GBP 1,1 pips, USD/JPY 0,8 pips

Trade.com è un broker ben posizionato sul mercato del Forex e uno di quelli che offre la possibilità di accedere a quella che riteniamo essere la migliore piattaforma per questo tipo di mercato. Parliamo per l’appunto di MetaTrader, che offre uno scarto competitivo importante rispetto al grosso delle piattaforme proprietarie proprio sul mercato valutario. Decisamente meno competitivo però almeno rispetto agli altri della lista sotto il profilo degli spread.

COPPIE OFFERTE: 50+

SPREAD SUL FOREX: EUR/USD 3 pips, EUR/GBP 4 pips, USD/JPY 3 pips

IQ Option è un broker che deve il grosso della sua popolarità proprio alla possibilità di investire anche su mercati come quello del Forex a partire da 10 euro di investimento minimo. Si tratta di un vantaggio non da poco per chi si avvicina ai mercati con capitali ridotti. Per quanto riguarda questo specifico mercato, siamo davanti ad un broker che offre un buon numero di coppie, uno spread competitivo ma esclusivamente la sua piattaforma proprietaria.

COPPIE OFFERTE: 44

SPREAD SUL FOREX: EUR/USD 0,5 pips medi, EUR/GBP 1 pip medio, USD/JPY 1,5 pips medi

Migliori piattaforme azioni

Il trading delle azioni è molto più accessibile oggi anche ai piccoli e medi investitori e questo merito va riconosciuto innanzitutto alle piattaforme broker, che oggi offrono accesso a prezzi contenuti ad un numero di mercati mai visto prima. Anche in questo settore comunque ci si potrà accontentare del primo che capita. Motivo per il quale abbiamo deciso anche qui di proporre la nostra lista.

La piattaforma migliore in assoluto per fare trading sulle azioni. Oltre ad offrire, come tutte le piattaforme che andremo ad elencare, i CFD, è una delle poche piattaforme che offre la possibilità di avere azioni ad accesso diretto sul mercato. Il che vuol dire che opera come un normale broker bancario, con la differenza però di offrire azioni a zero commissioni. I vantaggi di questa soluzione sono incredibili: avremo infatti accesso a quelle che sono le azioni dei mercati più popolari, pur non pagando le altissime commissioni che in genere si pagano tramite la banca.

eToro è inoltre un broker che riteniamo essere tra i migliori di questo settore anche per la grande varietà di prodotti che vengono offerti: accesso a tutti i principali listini europei, a quelli degli USA e soprattutto a quelli asiatici. Un broker assolutamente perfetto sotto questo specifico aspetto.

Commissioni azioni: zero se in DMA

Mercati accessibili: Francia, Italia, Germania, NASDAQ, NYSE, Olanda, Arabia Saudita, Belgio, Danimarca, Finlandia, Hong Kong, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Norvegia, Svezia, Svizzera.

Altro broker molto fornito sotto il fronte delle azioni e che offre dei costi molto competitivi per chi vuole fare trading tramite la sua piattaforma. Siamo davanti ad un broker che offre però, al contrario di quello precedentemente citato, soltanto accesso alla modalità CFD.

Commissioni azioni: spread variabile

Mercati accessibili: USA, UK, Germania, Francia, Hong Kong, Italia, Norvegia, Russia, Svizzera, Spagna, Svezia, Canada, Olanda, Irlanda, Giappone.

Per quanto concerne le azioni, siamo davanti ad un broker che offre due diversi tipi di accesso. Il classico tramite CFD e quello in DMA. Trade.com è uno dei più forniti a livello di listini e permette di investire anche allo scoperto, oppure, per chi lo preferisce, con commissione fissa. Azioni disponibili anche nella versione MetaTrader.

Commissioni azioni: spread sui CFD, commissione fissa + variabile sul DMA

Mercati accessibili: USA, Italia, Olanda, UK, Germania, Belgio, Francia, Spagna, Hong Kong, Svezia, Norvegia e altri

Broker di azioni molto consigliato, anche qui perché è presente in realtà una doppia piattaforma per fare trading, con MetaTrader da una parte e IRESS dall’altra. Una profondità incredibile con oltre 10.000 titoli, anche se quasi tutti concentrati sul mercato USA.

Commissioni azioni: spread su MetaTrader, fisso + variabile su IRESS

Mercati Accessibili: USA, Australia, Hong Kong, UK

Il broker per chi vuole investire con soli 10 euro offre un discreto numero di azioni, circa 180, sulle quali è possibile fare trading a costi relativamente competitivi, con spread particolarmente bassi se paragonati a quelli delle principali piattaforme online.

IQ Option non sarà quello con i listini più variegati, ma è comunque un punto di riferimento per chi vuole fare trading sulle azioni senza investire somme importanti. Interessante il fatto, per molti, che siano presenti le azioni di tutti i principali team di calcio europei.

Commissioni azioni: spread – tra i più bassi al mondo

Mercati accessibili: USA, Germania, Italia, Francia, UK, Spagna – presenti stock team di calcio

Migliori piattaforme materie prime

Grazie alle piattaforme di trading online possiamo oggi accedere anche al mercato delle materie prime, mercato che prima dell’avvento del trading online era praticamente inaccessibile per il grosso dei piccoli e medi investitori.

Capital.com è un broker ben fornito sotto il profilo delle criptovalute. Sulla sua piattaforma proprietaria infatti è possibile fare trading sia sulle materie prime preziose, sia sulle energetiche e anche su un assortimento completo di materie prime soft, ovvero quelle di produzione agricola.

Il tutto a spread molto competitivi e con la possibilità di investire anche in modo frazionato sui microlotti, per un investimento completamente libero.

Materie prime disponibili: oro, argento, platino, petrolio, gas naturale, rame, materie prime agricole

Spread sulle materie prime: Oro 0,52, Petrolio 0,06, Natural Gas 0,010

eToro è un broker che si conferma su ottimi livelli anche sotto il profilo delle materie prime. Listini molto ben forniti, che permettono di accedere a tutte le principali materie prime del mondo. Spread sotto controllo e una piattaforma di trading che sarà pur semplice, ma che permette di organizzare trade con una enorme semplicità.

Materie prime disponibili: oro, argento, platino, petrolio, gas naturale, rame, materie prime agricole

Spread sulle materie prime: Oro 1,5, Petrolio 0,05, Natural Gas 0,008

Anche con Trade.com lo spread sulle materie prime è piuttosto contenuto e viene offerta la possibilità di fare trading sia su MetaTrader che sulla piattaforma web proprietaria. Siamo davanti ad un broker di grandissima scelta e che propone anch’esso tantissime materie prime, tra le quali quelle primarie, i metalli, le energetiche anche le materie prime agricole. Particolarmente convenienti gli spread sull’oro e sul gas naturale.

Materie prime disponibili: oro, argento, platino, petrolio, gas naturale, zinco, palladio, materie prime agricole

Spread sulle materie prime: Oro 0,70, Petrolio 0,06, Natural Gas 0,006

Anche su questo settore specifico la piattaforma dei piccoli offre qualcosa, anche se il listino offerto è tra i più striminziti. Sono infatti disponibili soltanto quattro materie prime, le principali, senza alcun tipo di possibilità di orientarsi verso le soft commodities.

Materie prime disponibili: oro, petrolio Brent, petrolio WTI, argento

Spread sulle materie prime: Oro 1,3, Petrolio WTI 0,06

Chiudiamo la nostra rassegna di broker e piattaforme per le materie prime con FP Markets, anche sotto questo aspetto broker solido e con ottime piattaforme, che però paga un listino troppo striminzito. Siamo chiari a riguardo, la struttura è di quelle comunque importanti, ma poter scegliere tra così poche materie prime è sicuramente poco invitante.

Materie prime disponibili: oro, petrolio Brent, petrolio WTI, argento

Spread sulle materie prime: Oro 1,3, Petrolio WTI 0,05

Migliori piattaforme indici ed etf

Quali sono le migliori piattaforme per fare trading su Indici ed ETF? Anche in questo caso la nostra redazione è pronta ad offrirvi una classifica, bassata sempre su criteri oggettivi.

eToro si guadagna la prima posizione in virtù del fatto che sul gran numero di ETF disponibili, è comunque possibile andare ad investire in modalità DMA, a zero commissioni e senza costi aggiuntivi. Per quanto concerne gli indici, questi per loro stessa natura devono essere trattati in CFD, cosa sulla quale eToro non può nulla.

TITOLI DISPONIBILI: ampio assortimento di ETF e di indici

COSTI: zero sugli ETF in DMA, spread sugli Indici

Grande assortmento di ETF e Indici anche in questo caso, con Trade.com che allarga l’offerta a centinaia di titoli anche tramite la sua piattaforma in DMA. Trade.com è quello maggiormente fornito di questa tipologia di titoli, con gli indici che forse però potrebbero essere integrati in numero.

TITOLI DISPONIBILI: ampio assortimento di ETF e di indici, in DMA centinaia di ETF classici

COSTI: commissioni fisse sugli ETF in DMA, spread sugli Indici

La selezione di ETF di IQ Option non sarà eccellente, ma va riconosciuto il merito a questo broker di aver selezionato degli ottimi ETF tematici, cosa che è sempre più difficile trovare sulle piattaforme per il trading online. Non sono invece presenti gli indici.

TITOLI DISPONIBILI: 24 ETF tra tematici e a replica indice

COSTI: spread estremamente competitivi, nell’ordine di millesimi di euro per 1.000 euro investiti

Purtroppo nessun ETF disponibile su questa piattaforma, che però cerca di rifarsi con una delle migliori selezioni di indici attualmente disponibili in Europa. Possiamo pertanto liberamente fare trading su indici che replicano le migliori borse del mondo, con una buona attenzione anche per quelli del segmento small e midcap.

TITOLI DISPONIBILI: solo Indici

COSTI: spread minimo tra acquisto e vendita

Anche la piattaforma australiana paga il fatto di non avere a disposizione ETF. Per quanto riguarda però gli indici, la selezione è più che valida e abbiamo anche la possibilità di andare a fare trading in DMA pricing tramite CFD, con spread a 0 su NASDAQ 100, NIKKEI, S&P 500, SPI 200, Mini SPI 200 e EUROSTOXX 50.

TITOLI DISPONIBILI: solo Indici

COSTI: spread minimo tra acquisto e vendita, per alcuni indici modalità DMA a commissione fissa.

Piattaforme trading con commissioni più basse

Avere una piattaforma che offra delle commissioni basse è necessario se non vogliamo far finire tutti gli eventuali profitti delle nostre operazioni nelle tasche dell’intermediario. Questo si traduce, da parte nostra, nella necessità di individuare quelli che sono i broker che possono offrire il top in questo senso, ovvero la stessa operatività tenendo però a bada i costi.

Nella sezione precedente è possibile consultare quali siano le piattaforme, per singolo mercato, con le commissioni più basse. Qui passeremo ad un ripasso rapido, sezione per sezione:

  • eToro: commissioni zero sulle azioni in acquisto diretto;
  • Capital.com: commissioni basse sulle criptovalute;
  • IQ Option: commissioni molto competitive su materie prime energetiche;
  • FP Markets: commissioni fisse per chi acquista in DMA pricing, molto basse per chi investe molto;
  • Trade.com: commissioni basse sull’oro.

Come dovrebbe essere chiaro da questo brevissimo prospetto, ciascuno dei broker presenti finisce per specializzarsi in una nicchia di mercato dove è capace di offrire le commissioni più basse. Una scelta che, per chi ha le idee chiare sui mercati sui quali investire, diventa molto più facile.

Qual’è la differenza tra broker trading e piattaforma?

Spesso si confondono i termini di broker e piattaforma per il trading, rendendo la discussione sull’uno e sull’altro particolarmente difficoltosa e, altrettanto volte, decisamente in utile.

In realtà i due termini – checché ne dica la vulgata – non sono assolutamente interscambiabili, perché il broker è un’entità complessa, che tra le utilità che mette a disposizione del trader include anche le piattaforme.

Il broker si occupa di diverse questioni, come quella degli accessi ai mercati da offrire, dei listini da compilare e talvolta anche di fare da controparte al trader, come nel caso dei contratti CFD.

Per piattaforma in senso stretto invece dobbiamo riferirci al software che fa da tramite tra noi e il broker, per tutte le funzioni che abbiamo già analizzato in apertura, ovvero organizzazione degli ordini, organizzazione dei portafogli e analisi del grafico.

Questo concetto può essere maggiormente chiaro analizzando uno di quei broker che offrono la possibilità di utilizzare diverse piattaforme.

Trade doppia piattaforma
La differenza tra broker e piattaforma si può comprendere appieno con Trade.com – che offre sia la versione web, sia invece accesso a MetaTrader

È il caso di Trade.com, che offre sia la possibilità di operare con la sua piattaforma proprietaria via Web, sia invece di utilizzare MetaTrader. Le funzionalità offerte dal broker sono assolutamente identiche in entrambi i casi. Ma potremo accedere ai suoi servizi tramite due diverse piattaforme.

Il concetto, così spiegato, dovrebbe essere sufficientemente chiaro anche per chi aveva, fino a poco tempo fa, non chiara la distinzione tra broker e piattaforme di trading.

Come scegliere la piattaforma trading ideale: cosa verificare

Ci sono diversi aspetti che devono essere verificati per fare la scelta giusta in termini di piattaforma di trading. Abbiamo raccolto quelli che devono orientare la scelta sia di chi sta muovendo i primi passi all’interno del mondo del trading, sia quei fattori che invece interessano maggiormente chi ha già una certa esperienza.

  • Affidabilità e sicurezza

Questi dipendono maggiormente dal broker che dalla piattaforma in senso stretto, ma è sicuramente utile ricordarli ai nostri lettori. Una piattaforma che non sia corredata di un broker con licenza europea e soprattutto con una lunga storia di affidabilità alle spalle.

  • Facilità d’uso

Ricordiamoci che una buona facilità d’uso vuol dire una curva di apprendimento meno ripida e quindi la possibilità di operare senza errori in tempi decisamente più brevi. C’è da dire che però esiste un trade off importante tra facilità d’uso e funzionalità. Una piattaforma che offra tante funzionalità è per definizione più difficile da usare.

  • Strumenti di analisi

Gli strumenti di analisi rimangono una delle distinzioni più importanti tra le piattaforme di qualità e quelle invece che andrebbero scartate. Una piattaforma oggi non può che offrire tutti gli strumenti necessari per un’analisi tecnica del grafico di qualità. Anche quando è una piattaforma particolarmente facile da usare.

strumenti piattaforma trading
Capital.com offre anche ottimi servizi di analisi e di disegno sui grafici
  • Servizi aggiuntivi

Possono essere di diverso tipo. Ci son piattaforme che integrano la possibilità di andare a copiare altri trader – sia con soluzioni messe a disposizione dal broker sia da terzi. Ci sono poi piattaforme come MetaTrader che integrano un intero linguaggio di programmazione – MQL – e che dunque offrono strumenti molto avanzati per la gestione del proprio capitale.

  • Compatibilità con i nostri dispositivi

Inutile orientare la propria preferenza su piattaforme che i nostri dispositivi non supportano. Se un software, ad esempio, non è disponibile per Mac OS, bisognerà necessariamente passare la mano. La buona notizia in questo senso è che almeno tra le principali piattaforme che oggi sono disponibili, i principali sistemi operativi sono sempre supportati.

Perchè scegliere una piattaforma trading? Vantaggi

Le piattaforme di trading sono oggi una scelta praticamente obbligata per chi vuole fare trading: non esistono infatti alternative possibili all’investimento se non appunto scegliendo una piattaforma di intermediazione.

In senso più ampio si potrebbe cambiare campo da gioco e paragonare quelle che sono le piattaforme di trading autentiche da quanto viene offerto, per la gestione degli investimenti, dal settore bancario. Riteniamo che le piattaforme di trading in senso stretto siano da considerarsi come assolutamente superiori, per tutta una serie di motivi che andremo ad illustrare tra poco.

  • Funzionalità

È estremamente difficile che una piattaforma bancaria per gli investimenti, anche se nata specificatamente per questo scopo, sia in grado di offrire le stesse funzionalità di piattaforme come MetaTrader, o anche le stesse funzionalità che sono oggi offerte anche dalle piattaforme proprietarie.

  • Costi collegati

Le banche hanno un modello di pricing che riteniamo profondamente ingiusto, anche e soprattutto per chi non ha enormi capitali dai investire. Nel senso che offrono in genere accesso alle funzionalità più avanzate soltanto in presenza di commissioni ulteriori.

Le piattaforme dei broker online sono in genere più democratiche: qualunque sia l’entità del nostro investimento, finiscono per offrire tutti i servizi inclusi. E questo si traduce nella possibilità di andare ad investire con gli stessi strumenti nelle mani dei professionisti anche quando non abbiamo grandi capitali da mettere a disposizione del broker.

  • Servizi aggiuntivi

Le banche continuano a sviluppare piattaforme proprietarie, con la grande pecca di non includere quei servizi aggiuntivi che, abbiamo scoperto insieme da poco, possono fare la differenza per chi opera sui mercati. Siamo pertanto davanti ad un’ulteriore mancanza molto importante, di quelle che possono modificare grandemente le nostre possibilità di guadagno e di investimento proficuo.

Piattaforme trading opinioni e recensioni

Raccogliamo prima di giungere a termine quelle che sono le opinioni e recensioni delle principali piattaforme che coinvolgono diversi tipi di soggetti.

Nello specifico andremo andremo ad analizzare quanto viene proposto dalla nostra redazione, dai principali quotidiani e periodici che si occupano di finanza, nonché di quei siti che offrono recensioni sempre trasparenti.

Parleremo anche di forum per giudicare le migliori piattaforme di trading – luoghi virtuali nei quali possiamo trovare discussioni – magari anche accese, tra diversi utenti che hanno effettivamente utilizzato le piattaforme che stiamo valutando.

Il Sole 24 Ore: piattaforme trading

Il Sole 24 Ore, nonostante i numerosissimi detrattori, rimane il principale quotidiano economico del nostro Paese e praticamente l’unico ad offrire approfondimenti sui temi finanziari. Parla anche, quando serve, di piattaforme di trading.

Possiamo ritenerlo una fonte di informazioni interessanti? Assolutamente sì. Possiamo ritenerlo come un player affidabile? Ancora una volta sì, sebbene poi quello che andremo a leggere dovrà essere sempre valutato con una certa indipendenza da parte nostra, indipendenza che può fare la differenza nel saper prendere le scelte giuste.

Il Sole 24 Ore ha analizzato eToro e la sua piattaforma social, in un articolo/guida che ha mostrato gli indubbi vantaggi che potrebbero derivare dallo sfruttamento di un modello di questo tipo per fare trading. Un lungo articolo che consigliamo di leggere, soprattutto a chi volesse per l’appunto saperne di più sul tema degli intermediari e delle piattaforme di trading.

Il Sole 24 Ore si è occupato ai tempi anche del lancio di eToroX, la piattaforma collegata a eToro per lo scambio di criptovalute a mo’ di exchange, un exchange però assolutamente avanzato, regolamentato e con la possibilità di utilizzare gli strumenti in API per il trading semi-automatico.

AltroConsumo piattaforme trading

AltroConsumo può essere considerato un faro quando c’è da controllare la presenza di piattaforme truffa. Il sito, che è infatti da sempre dedicato ad una finanza che possiamo definire come “etica“, o comunque dalla parte del consumatore, ha da sempre una sezione di domande e risposte tra lettori ed esperti dove si possono chiedere informazioni su questa o quella piattaforma di trading.

Spesso le domande vertono sulla solidità delle piattaforme pubblicizzate online. Può essere un primo passo, per i nostri lettori, per valutare la veridicità di piattaforme che gli sono state proposte.

Piattaforme Trading TrustPilot

TrustPilot può essere considerato uno dei migliori siti per valutare le esperienze degli utenti di un qualunque servizio: raccoglie recensioni indipendenti in tutto il mondo e le riassume in un punteggio in una scala da 1 a 5.

Prima di passare ad indicare i punteggi TrustPilot ottenuti dalle migliori piattaforme per il trading online, non possiamo che analizzare la questione anche da un altro punto di vista. Quando si parla infatti di trading online, le recensioni degli sconosciuti andrebbero sempre prese cum grano salis.

Perché sono purtroppo molti gli utenti che, perdendo denaro per loro incapacità, finiscono per incolpare il broker/piattaforma di turno. Cosa che rende in genere poco affidabili quelle recensioni dove i punteggi negativi non rispecchiano il prestigio di un broker.

  • eToro: 2,1 su 5
eToro Trustpilot
TrustPilot su eToro

È proprio l’esempio lampante di quanto avevamo appena affermato. eToro paga lo scotto di aver avuto un’ondata di recensioni negative, spesso da personaggi che non sono neanche residenti in paesi in cui opera il broker. Spulciando però si può trovare sicuramente qualche recensione reale, che consigliamo di consultare.

  • Capital.com: 4,3 su 5
Capital.com trust pilot
L’ottimo risultato ottenuto da Capital.com

Capital.com porta a casa un punteggio straordinario anche su TrustPilot, con gli utenti che gli riconoscono una straordinaria prontezza nella soluzione dei problemi e soprattutto una piattaforma semplice da usare.

  • FP Markets: 4,9 su 5
FP Markets Trustpilot
FP Markets su Trustpilot, quasi perfetto

Punteggio assolutamente strepitoso per il broker australiano che oggi offre i suoi servizi anche in Itala e in Europa. Oltre 1.300 recensioni, di cui il 93% eccezionali. Un punteggio che rispecchia la straordinaria qualità di questa piattaforma.

  • Trade.com: 4,0 su 5
Trade.com Trustpilot
Trade.com ottiene un ottimo punteggio

Anche quello di Trade.com è un ottimo punteggio, al netto di quelle che sono tante recensioni, il 15% negative. Recensioni però che soffrono del tipico problema che abbiamo già visto per altre piattaforma. Sul fatto che siano reali, in buona parte, nutriamo i nostri dubbi.

  • IQ Option: 2,6 su 5
Trustpilot non fa giustizia a IQ Option

Anche questa è una piattaforma colpita da un’ondata di recensioni negative, alle quali ha risposto però sempre, giustificando le sue ragioni. Dalle nostre analisi l’idea che ci siamo fatti è che molte siano pilotate, perché contestano fatti alla piattaforma che non hanno davvero ragion d’essere

Piattaforme Trading Forum

I forum possono essere un ottimo punto di partenza per chi vuole conoscere le migliori piattaforme di trading online. A patto però di scegliere anche in questo caso soltanto quei forum che possono davvero offrire un valore aggiunto.

  • MQL: partiamo da questo forum perché è quello ufficiale di MetaTrader. Qui si trovano tante discussioni non solo sull’uso della piattaforma, ma anche per programmare nel suo linguaggio ufficiale omonimo;
  • EliteTraders: il miglior forum in inglese per il trading, dove si dedica ampio spazio anche all’analisi delle piattaforme di trading. Ideale per iniziare discussioni;
  • Reddit: non un forum in senso stretto, ma comunque un ottimo hub dove scambiarsi informazioni. Le discussioni sono produttive e facili da seguire;
  • InvestireOggi: uno dei principali forum italiani, che dedica ampissimo spazio alla questione piattaforme. Anche in questo avviare le discussioni e facile e la community particolarmente ospitale;
  • FinanzaOnline: altro forum storico italiano, dal quale è necessario fare un salto quando si è a caccia di informazioni di qualità sul mondo del trading.

Il nostro parere: facciamo il punto

Le piattaforme trading sono uno strumento di democrazia che permette a tutti, anche ai piccolissimi investitori, di fare trading su mercati lontani e importanti. Nel corso di questo approfondimento ne abbiamo consigliate 5, ognuna con i suoi pregi e difetti, ognuna con però un altissimo grado di specializzazione e di livello medio molto alto.

La scelta però deve essere, come sempre avviene nel mondo della finanza, del singolo. Perché soltanto tu puoi conoscere le tue necessità, le tue propensioni e soprattutto i vantaggi che poi effettivamente trarre da queste piattaforme.

Conclusioni

Le piattaforme di trading online, sia che si intenda il software di trading, sia che si intenda il broker in senso lato, sono oggi aperte, accessibili e soprattutto facili da usare. Il mondo del trading oggi è capace di ospitare anche piccoli risparmiatori stanchi del risparmio gestito e di formule costose e poco convenienti.

La competizione è sicuramente feroce: ma questo, da che mondo è mondo, porta giù i prezzi e migliora i servizi. Per vantaggi di cui oggi possono godere tutti gli investitori.

Piattaforme Trading Online: Domande Frequenti

Cosa sono le piattaforme di trading?

In senso stretto sono i software che ci permettono di gestire gli investimenti. In senso ampio, ci si riferisce invece ai broker.

Quali sono le migliori piattaforme software per fare trading?

MetaTrader e IRESS. Con la prima che è quella che i professionisti preferiscono nella grande maggioranza dei casi. Ci sono poi le piattaforme Webtrader di proprietà di Capital.com, IQ Option ed eToro che sono considerate le migliori del 2020 per fare trading online in modo sicuro.

Che tipi di piattaforme trading esistono?

In relazione alla tipologia di trading in CFD e in accesso diretto. In termini di sistemi operativi, per Windows, Linux e Mac, nonché per i dispositivi mobili.

Quanto costano le piattaforme di trading?

I migliori broker offrono piattaforme di trading professionali ma gratuite.

Conviene usare le piattaforme di trading?

Sì, anzi è necessario se si vuole fare trading online.

Le piattaforme di trading sono una truffa?

No. Anche se nel settore si annidano molti intermediari poco corretti. Sul nostro sito imparerai a riconoscerli.

Su quali mercati posso fare trading con le piattaforme?

Azioni, Forex, Criptovalute, ETF, Indici, Materie Prime.